Una musica che cura

La pizzica pizzica è iatromusica. Musica che cura. Punto. Almeno di certo lo è un certo tipo di pizzica pizzica che ancora qualche volta si sente nei concerti e, più spesso, in certe ronde. Sul ritmo binario ancestrale che la caratterizza è stato scritto abbastanza. Ma sono ancora molto poche le persone che ballano sulle sue vibrazioni e ne conoscono le origini (per quanto ovviamente ci è dato di conoscerle davvero o, piuttosto, di intuirle). Non sono nemmeno tantissime le persone, almeno così mi pare, che la vivono come preziosa opportunità per stare bene con se stessi, su tutti i … Continua a leggere Una musica che cura

Terapia dei suoni e delle danze

  E’ sempre emozionante sentire come, al giungere delle prime note, il corpo, fino a secondi prima stremato, si riprende, il cuore si sveglia…e la mente fa tanti passi indietro. Dal centro di noi affiora placida e certa la consapevolezza che è in atto una  potente alchimia, che scaccia tutte le pesantezze, fisiche e mentali. Sto parlando, in sintesi, di musicoterapia. Tanto più questo accade quanto più le due anime che stanno condividendo spontaneamente, naturalmente, il momento danzante, entrano in un fluido transe. Non lo si può creare con la mente, perchè si attiva dal profondo. Accade. E si sente. … Continua a leggere Terapia dei suoni e delle danze

Una mesa per Pachamama

La mesa è stata preparata. Una piantina fiorita di colore rosso in dono ed una pietra di quarzo giallo nata tra le rocce del mare.La curandera è una donna semplice, perché è forte. Parla un linguaggio semplice, perché è quello che i cuori possono ascoltare.Decine di persone in un cerchio di silenzio attento.Ci sono bambini. Quanta responsabilità sulle loro spalle.Accanto a me, amici neofiti di pratiche e rituali che hanno accolto la chiamata.A Pachamama serve moltissimo aiuto.Ma non per se stessa; per noi.Essa sa rigenerarsi. Sopravviverà mutando aspetto. Piangendo per noi umani che giochiamo rozzi e impertinenti sull’orlo di un … Continua a leggere Una mesa per Pachamama

Un vulcano dietro lo sguardo fiero di una donna anziana

Ieri sera sono andata a ballare nella periferia di campagna di un paesino vicino Otranto, Uggiano La Chiesa che celebra i patroni  Santi Medici. Come tradizione da… sempre, tavolate di carne lessa di maiale, molto buona, pare, ma dalla quale personalmente mi tengo a decisa distanza   vino buono e un gruppo di pizzica, gli Ariantica. Una serata di pizzica e tarantelle, più canti di lavoro e d’amore e tammurriate, per quanto obbedisca ad un canovaccio abbastanza standardizzato, riserva sistematicamente delle sorprese; di qualsiasi tipo e qualità. Impossibile annoiarsi: ci si può divertire moltissimo, o emozionarsi, o incavolarsi con il … Continua a leggere Un vulcano dietro lo sguardo fiero di una donna anziana

Archetipi.

Azzate San Giovanni e nu durmire ca sta visciu tre triste negghie vinire: una te acqua una te jentu una te triste malitiempu.  Azzate, ca te mandamu ‘ntra nu postu scuru a ddu nun c’è acqua chiara a ddu nun c’è luna a ddu nun c’è nuggia creatura!   Alzati San Giovanni e non dormire che vedo tre cupe “nuvole” arrivare: una di acqua una di vento una di cattivo tempo. Alzati, che ti mandiamo in un posto oscuro (per portarvi le tre cupe nuvole) dove non c’è acqua “chiara” dove non c’è (luce di) luna dove non vi abita … Continua a leggere Archetipi.

Ritmo binario e piedi per terra

Brividi. Percorrono. Mugolii di finti bambini. Il rosso è rientrato nel nerotelo. Anche il blu. Ruotavi, ruotavi; ruotavi senza trovarti. Bellissima sufi, avevi perso il centro; di te. Ricominciamo dalle pietre di Otranto. Con un angelo maschio e uno femmina. Ritmi binari. Vecchia promettente stanzetta; sul colle bizantino. Dentro parole e picasso. Il rosso si fa vivo. Fuori la stretta via racconta. Ogni momento; cambia vibrazione e parole, ma sempre racconta. Si inizia così a rinascere: nel dentro i colori; là fuori le frasi invisibili; sopra, prima che inizi il cielo, le note del tenace organetto. Namastè de core, donna … Continua a leggere Ritmo binario e piedi per terra