Riflessioni sui mondi: olistico, del benessere, delle meditazioni.

umanità

Vale per tutti: prima di Fare, bisogna sostanzialmente, esistenzialmente Essere.

Stiamo imparando, stiamo –finalmente- ricordando tante cose, tante informazioni rimaste segrete per millenni e millenni. Ma non sempre le elaboriamo con la saggezza del cuore.

L’ombra, le parti oscure nell’inconscio, più o meno indagate, più o meno risolte, sono in tutti noi, nessun umano esente. Nessuno.

Ciò che osservo so bene che vale per tutti i settori della vita, ma è ancor più imprescindibile (o dovrebbe esserlo) negli attualmente cosiddetti settori degli ‘operatori di Luce’.

Ci rendiamo conto dell’immensa responsabilità che ci mettiamo sulle spalle e nel nostro campo energetico, quando ci riconosciamo, o vogliamo essere socialmente e lavorativamente riconosciuti, in questa definizione?

Ci vuole delicatezza PRIMA di entrare nella vita altrui proponendo (il confine con ‘invadendo’ è sottile) Pratiche di Bene, senza che vengano richieste. Ed anche, discorso ‘minato’, senza averne profonda dimestichezza. Non importa da scuola provengano o quale sia l’intento o il metodo, o su quale aspetto –fisico, cognitivo, spirituale, si intende agire.

Chi ha la responsabilità di dichiararsi ‘Operatore di Luce’, sia esso/a coach, psicoterapeuta, aspirante sciamano/a (questa è un’altra, lunga storia), operatore Reiki, naturopata, costellatore familiare, ecc. ecc., dovrebbe averlo come costante pro memoria, anzitutto per sé, che quando l’Ombra emerge, si manifesta, in esso/a è 1.000000 di volte più pericolosa di quando emerge dalle persone cosiddette ‘comuni’, che non praticano discipline meditative, di guarigione, ecc.

Continuiamo, quindi, a ‘pulire’ dentro di noi; cominciamo ad avere l’Umiltà di chiedere scusa, credendoci davvero, quando consentiamo al nostro ego di farci lo sgambetto in qualche situazione con gli altri; rinforziamo la fiducia nel potere di azione della parola e quindi nel potere della preghiera e del nostro parlare al mondo.

Ricordiamo che migliaia sono le vie e i maestri/le maestre, ma la Direzione è Una e gli insegnamenti si attivano dentro di noi, con la nostra volontà e dedizione; e quale sia la nostra personale via ed a quale guida umana chiedere sostegno, come anche a quali espressioni divine fare riferimento, sono una nostra libera, meravigliosa scelta.

E che nessuno è migliore di nessuno o superiore a nessuno: ci sono anime che hanno lavorato sulle proprie parti sconosciute ed in ombra in passato (ma non hanno ancora finito, ricordiamolo); anime che lo stanno facendo adesso; anime che lo faranno in futuro. Punto.

Su YouTube Ego e coerenza

Namastè.

Antonella Screti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...