Riconoscere i falsi ‘Maestri’

Nel variegato, multi esperenziale, sicuramente interessante e di certo valido mondo delle terapie di cura della persona e dei ‘percorsi di crescita’ sia di tipo fisico o cognitivo che di tipo energetico e/o spirituale, lavorano delle gran brave persone.

 

Donne e uomini con un grande senso di responsabilità impegnati in apprendimenti e aggiornamenti continui, molto riservati riguardo alle reali competenze e naturalmente tendenti all’umiltà.

 brave persone

In mezzo a questo esercito di garbati professionisti vi sono persone molto brave ad apparire in un modo e ad essere in realtà altro.

Sono i falsi maestri.

Facilmente svelabili, perché si comportano tutti nello stesso modo.

            Parlano sempre di sé stessi, del lavoro che fanno, di quanto spesso accade che “meno male che c’erano loro” in particolari situazioni d’emergenza a risolvere questioni gravi…e che  magari qualcuno prima di loro non era stato capace di risolvere.

            Si muovono tra la gente con una postura fisica che ostenta una grande sicurezza, come guerrieri perennemente vittoriosi su nemici terribilissimi.

            Si rivolgono all’interlocutore sempre con parole e toni di certezza. Molto, molto raramente ammettono di avere dei dubbi.

            Fanno leva sull’aspetto fisico piacevole o su presunti –oppure veri- ‘doni’ particolari per esercitare l’arte della seduzione psicologica sulle persone verso cui hanno una qualche forma di interesse e tornaconto.

            Dopo pochi minuti che li si conosce trovano immancabilmente il modo di far sapere, quasi ‘per caso’, qual è la loro professione, il titolo o specializzazione che li distingue, rendendosi generosamente disponibili nell’elargire preziosi e gratuiti consigli.

            Sembra non abbiano quasi vita privata. Qualsiasi interesse, qualunque conoscenza, qualsiasi cosa facciano è intensamente permeata dal loro interesse lavorativo, che è anche il loro ‘hobby’, il loro argomento d’interesse principale se non unico, origine e termine dei loro dispendi energetici.

 

Quando il sembrare è differente all’essere, molto differente, lì c’è la menzogna, lì c’è l’inganno.

Dove ci sono menzogna e inganno non c’è rispetto (del cliente, del paziente, del discepolo) e il percorso di cura, per bene che vada, è valido solo a un primo livello, più di ‘superficie’.

Chi si spaccia per Maestro nel suo settore, detentore di speciali saperi che altri probabilmente non hanno, forse non ha mai percorso un cammino ‘di luce’, non ha cioè mai:

affrontato un processo di conoscenza del proprio Sé profondo, che è sempre molto scomodo e doloroso;

guardato negli occhi e sconfitto a costo di sangue e lacrime i draghi rintanati nella foresta del proprio inconscio;

appreso sotto la guida di un Maestro vero, coscienzioso, severo, che insegna chinare il capo davanti ai misteri e ai dolori dell’umanità; umilmente, rispettosamente, coraggiosamente.

Il falso Maestro o non si è mai formato professionalmente nei modi sopra esplicitati come esempio –e non esaustivi della formazione necessaria per un lavoro efficace nella relazione d’aiuto- o lo ha fatto, ma ad un certo punto del cammin della sua vita si è smarrito in una selva oscura (la parte ‘ombra’ del suo inconscio) che la diritta via s’era smarrita…

L’inflazione da Super Ego è una gran brutta bestia: dà l’illusione di essere una servizievole alleata ed è in realtà il tiranno più cinico, insaziabilmente avido di prede.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...