La luna e il ciclone

Anche la luna piena ha atteso invano inascoltata le parole -d’onore malfermo- che devono chiudere un cerchio già chiuso di suo, con le cicatrici sanguinanti il pus del tradimento. Odore di escrementi scaraventati sulla fiducia della bambina che accoglieva a braccia aperte, il cuore esposto, chi le ha portato immagini di fiori che a toccarli c’è rimasta avvelenata del veleno dello scorpione. Anche il ciclone di nuvole, rabbia, scirocco e violenza ha atteso invano il superamento del confine di fango da parte di chi si è fatto bieco e cattivo dopo avere arraffato a piene mani quanto si dava con … Continua a leggere La luna e il ciclone

Amore cresciuto, amore ricevuto

Quando la sfiducia riesce a incatenare l’anima, ai pesi dei dispiaceri si abbraccia la iniqua e flagellante possibilità di perdere il senso della vita. Sensazione opprimente e aguzzina, che si infila la corazza ed è pronta, giusto appena dietro l’angolo, a frustarti e poi disintegrarti. Imperativo categorico diventa il fermarsi, il fare silenzio, chiudere gli occhi, mantenere aperte le finestre di casa, ringraziare…per tutto, iniziare a mettere ‘da parte’ quanto necessario, guardarsi con rispetto allo specchio e dolcemente dirsi: io posso avere cura di te, delle tue delicatezze, del tuo senso –violato- di giustizia. E ti ri-metti in movimento. Cerchi … Continua a leggere Amore cresciuto, amore ricevuto