Ho tagliato i rami secchi.

E così accadde che pulizia fu!

Si aprì il grande baule delle memorie, ordinatamente riposto in cantina.

Con senso di giustizia, furono separati i ricordi belli da quelli brutti.

E i ricordi belli vennero rispolverati

ed esposti alla vividezza della preziosa luce d’Inverno.

riscoprire

E i ricordi brutti vennero onorati, perché a qualcosa servirono anche loro,

e poi bruciati, un po’ alla volta,

nei diversi falò del Solstizio d’Inverno.

Germogli scomodi, tanta sarà la loro generosità,

disturberanno il rigido equilibrio dei pavidi.
nuove piante

Annunci

7 pensieri su “Ho tagliato i rami secchi.

  1. a proposito di rami secchi, da http://www.ilcerchiodellaluna.it, un suggerimento per celebrare il solstizio “…con l’accensione del ciocco.
    Anche se non abbiamo un caminetto in casa possiamo accenderlo nel nostro giardino, o in un prato insieme ai nostri amici. Si prende un grosso pezzo di legno di quercia e lo si orna con rametti di varie piante: il tasso (a indicare la morte dell’anno calante), l’agrifoglio (l’anno calante stesso), l’edera (la pianta del dio solstiziale) e la betulla (l’albero delle nascite e dei nuovi inizi). Si legano i rametti al ciocco usando un nastro rosso.
    Se abbiamo celebrato questo rito anche l’anno precedente e abbiamo un pezzo non combusto del vecchio ciocco, accenderemo il fuoco con questo, Si dice: “Come il vecchio ciocco èconsumato, così lo sia anche l’anno vecchio”.
    Quando il ciocco prende fuoco si dice: “Come il nuovo ciocco À acceso, cosœ inizi il nuovo anno”. Una volta che il fuoco è acceso osserviamo le sue fiamme e meditiamo sulla rinascita della luce e sulla nostra rinascita interiore.
    Accogliamo le nostre speranze, i nostri sogni per il futuro e salutiamo questa luce dicendo: “Benvenuta, luce del nuovo sole!”. Brindiamo con vin brulè e consumiamo dolci, lasciando una parte del nostro festino per la Madre Terra.
    Più tardi le ceneri del ciocco potranno essere sparse nel nostro giardino o nei vasi delle piante che teniamo in casa per propiziare la salute e la fertilitá della vegetazione”

    Buone cose, amica mia 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...