Come onde di mare. Lasciare andare. Lasciare venire.

Il Cerchio che cura, aperto a nuovi ospiti.
La regina è stata la Signora delle acque salate.
Percussioni da danzare e un’antico massaggio d’acqua.

Taganana

Le Parole magiche, per tutti:
rigenerare, pulire, germogliare, voltare pagina.

frutti nuovi

Salutato l’Equinozio suonando tra gli ulivi,
sostenuti dalle stelle e una luna culla,
i piedi scalzi radicati nella terra fresca e umida
per consegnare alla Madre
il fardello di segni resi sterili.

accoglienzapittule

Il piccolo falò evoca quello immenso della sera prima
e mi richiama un canto lakota per Pachamama
“l’acqua è il mio sangue
l’aria è il mio respiro
fuoco è il mio spirito
la terra è il mio corpo”.

capanna lakota

Ho riposato molto bene, dopo,
avvolta nel manto azzurro di Chi sa tutto.

Apertura

Riconosco la luce tagliente della spada di Ogùn.
Saravà Iemanjà. Saravà Nanà!
maschile e femminile

 

Annunci

4 pensieri su “Come onde di mare. Lasciare andare. Lasciare venire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...