Energia Dakini

Siamo noi delle volte ad essere mezzi iniziatici per il “primo apprendimento” di qualcuno.Delle altre, con la nostra sola presenza o le nostre parole consentiamo (ma non è un nostro merito) piccoli e grandi salti di livello…ogni volta la caduta fuori dal gradino potrebbe rivelarsi mortale.Responsabilità davanti alla quale chinare la testa, in atto d’assenso. Altre volte siamo noi a ricevere la conoscenza di altri linguaggi,o il dono di nuovi tasselli,oppure, semplici strategici modi di dirigere l’osservazione in angolature ancora non esploratecompletando così visioni.Per ciò, ringrazio Valentina,ed anche Alfredo che ha consentito la riconnessione. Per tutti, per noi, per chi … Continua a leggere Energia Dakini

La dea che è in me saluta il dio che è in te

Pochi secondi di sospensione, poiché il cuore ha parlato e gli sguardi sottolineato.I suoni del silenzio evocano crocicchi in cui i pensieri frenetici del grigio-mente e le emozioni cristalline del verde-cuore si incontrano, sfiorano, sorpassano, affiancano, gareggiano.La creatività è più forte del gravame.“Se i guerrieri arriveranno, e la tua testa sarà ancora sul collo dopo il calare del sole, cercami.” (L’alchimista)Arcani maggiori battono arcani minori. Il calore di un abbraccio genuino suggella il senso serio e tenero del ritrovarsi.Le nuove vite sono tratturi segnati da pietre che hanno sopportato tutto. Ai bordi l’agire il sentire, il rosso maschile e il … Continua a leggere La dea che è in me saluta il dio che è in te

Si nasce due volte. E poi anche più.

E un giorno, di un tempo tra gli interstizi dell’ordinario calendario,Anche per me arrivòLo Spirito del Fuoco.Fiamme senza permesso, devastanti.La cenere del vecchio io è il primo fertilizzante per il nuovo.Ma mentre bruci non lo sai. E non lo vuoi.Fa male.Piccola, spaventata, con una fiducia che non veniva da me, ma era mialasciai che il processo accadesse. Il corpo guarì deficit cronicie scelse il vegetarianesimo, senza tante spiegazioni!Il cuore si aprì così tanto, inaspettatamente, da far male a lungo,nei molti giorni di un’estate di rinascitatrascorsi nella penombra che protegge.Impossibile allora reggere il quotidiano senza Senso.La mente impazziva, cercava, chiedeva. Era … Continua a leggere Si nasce due volte. E poi anche più.

Odore di ortica e movimenti come d’onda lunga.

Le pelli, smarrite nei tempi lunghi, come certe onde, delle differenti singole prove,si sono ritrovate seguendo l’odore dei germogli e dei fiori d’ortica.Il capo chino a riposare su una spalla di donna.Per chi ha compreso i segni;ma non ha ancora deciso se seguirli.Rispetto saggio del libero arbitrio. L’arte difficile di amare richiede attenzione silenziosa;doni senza attesa; scambi che saziano, reciprocamente.L’arte di ritrovarsi richiede una raffinata attenzione quotidiana,fatta dell’impegno più difficile: fidarsi.Se così non è, si ringraziano i diecimila esseri per quanto hanno fatto,e con il cuore triste ma capace di comprendere,si continua per la propria strada. In silenzio. Per buon … Continua a leggere Odore di ortica e movimenti come d’onda lunga.