Diario di un viaggio a Le Canarie. A modo mio.

mappe

Quando si parte per un luogo lontano con l’intento di viverselo tutto, ci si predispone al viaggio come viaggiatori del tempo.
sssshhhh
Lo spostamento di dimensione è nello spazio ma, si sa, il tempo è suo fratello, a volte padre, il più delle volte è figlio.
contatti
Figlio come il giovane uomo che sono andata trovare per la seconda volta da quando lavora a Los Cristianos, Tenerife.
adesso
Quando si viaggia, sempre, ci si porta dietro un corredo di beni necessari, pratici ed emozionali.
Tra i beni ve ne sono anche di immateriali, come fotogrammi e parole-concetto di persone care, persone che fanno parte della nervatura solida e buona dei mille quotidiani; preziosissima ordinarietà. Ovunque sia stata in questi giorni, dai 2.700 mt del Vulcano Teide ai 1.800 ml della Foresta che ho deciso essere luogo di fate, al Picco del Medano bagnato nell’Oceano; sia nel deserto che nei boschi incantati che sulla spiaggia dorata al tramonto e ai bordi della piscina vista montagna, nuvole, isola sorella e oceano; ovunque io sia stata, mi accorgo che oltre a me, assolutamente e originariamente me, si muovevano nelle mie cellule frammenti densi di forme pensiero; piacevoli ricordi delle belle persone onnipresenti nella mia quotidianità.
A corollario, Steven e Francesca. Il figlio e la compagna di viaggio.
scelte
incontri

Condimenti emozionali differenti come il piccantissimo pepe di Cayenna che ho usato per condire la saporita zucca canaria o la rinfrescante orchata di chufa (un tubero locale). O il mix di sapori delle eccezionali cene giapponesi.
angeligodono
Sono isole forti Le Canarie. Figlie della Madre Africa, organizzate con piacevole ed efficiente metodo spagnolo, allenate a sopportare l’impatto rumoroso dei popoli nord europei.
acqua
Le acque da cui emergono, sostengono e accolgono.
Le montagne alte e rocciose sono generose di semi di saggezza, se hai voglia di salire e parlare un po’ con loro.
parcoTeide
incanto

I deserti trasudano vita densa; ma te la devi conquistare.
potenze
L’aria-vento dà un gusto ricco a tutti i prodotti della terra tanto arida da sembrare veramente brulla. La vita si genera tra ossimori.
aria
Mentre scrivo, e sono-ero ancora là, navigo tra la presenza intensa e silenziosa di Steven, pietra intarsiata di vita a distanza ravvicinata e il pensiero rivolto a Francesca che è andata ad esplorare nuovi luoghi per la sua personale delicata arte di strada.
Puk
Godo della testa piena di esperienze colorate e pensieri creativi; osservo le nuvole oscure che portano freschezza; penso con un po’ di apprensione alle colleghe e ai ragazzini che mi aspettano al ritorno: lì si fa un lavoro difficile.
tornare
Ringrazio l’Esistenza, e un po’ anche me.
vabenecosì
dinotte

Annunci

25 pensieri su “Diario di un viaggio a Le Canarie. A modo mio.

  1. mi godo il tuo post…in questo momento di mio smarrimento dovuto al caldo di questi giorni..invidio la tua freschezza nel descrivere esperienze ed emozioni che ti appartengono e condividi con noi e comprendo quella sotterranea nostalgia tipica del distacco da terre e figli lontani…restano i vostri battiti ad unire ciò che nessuno può dividere..quel rapporto speciale madre-figlio che solo madre e figli sanno regalare, sanno regalarsi con infinita dolcezza, con infinita bellezza…
    un abbraccio Anto
    Angela

    Mi piace

  2. Ciao Antonella ,bellezza cara sei stata in vacanza ,bello!!!!!
    ahhhh in queste foto come ti vedo serena,il tuo figliolo interessante.
    BBeeehhhh che belle le immagini ognuna racconta un pò delle canarie,che mi dici ti sei divertita?
    Come stai?
    Ora capisco perchè ti eri persa dal blog?
    Dai raccontami?
    un bacione la tua amica Claudia

    Mi piace

    1. “persa” può essere un’apparenza, lo so, ma in realtà questo salottino buono è prezioso per me e mi rammarico quando per molto tempo non ho l’energia di sedermici un po’!
      Nei prossimi giorni vedrò di rispondere in modo più articolato, per ora riesco solo a riconoscere che sono commossa per aver rivisto mio figlio, per come l’ho trovato adulto dentro e sono amareggiata da tanta lontananza ma questo è solo un mio egoismo e quindi me lo gestisco! 😉

      Mi piace

      1. Antonella se l’hai trovato cambiato ,forse sta crescendo ,sta maturando ,sta trovando la sua strada da persona adulta e noi mamme questo non sta bene ,tu me lo hai insegnato qualche tempo fa’.La lontananza è una brutta bestia ,ma dobbiamo superarla.
        Cara tu hai la fortuna di avere moltissimi amici che ti vogliono un mondo di bene e che sentono la tua assenza quando non ci sei.
        Un bacione Claudia ciaoooooooooooooooooooooooooooo

        Mi piace

      2. Si, infatti lo trovo cambiato in senso buono…ed è proprio un uomo! Mado’…!

        Ed io ho “la fortuna di avere moltissimi amici” è vero!!!
        Grata sempre a voi e all’esistenza per questo!

        Mi piace

  3. Che bella esperienza!!! Ho da poco comprato un camper, con molta probabilità riuscirò un pò a spostarmi fuori dalla Sicilia il mese prossimo…ma credimi, per me è già tanto e sono entusiasta della cosa. Chissà, magari un fiorno potrò andare un pò più in là, speriamo…mi piacerebbe molto!

    Mi piace

    1. si può andare a Tenerife e non assaporare l’aria del secondo vulcano più importante del mondo? 🙂
      la foto di mio figlio che cammina solitario è stata scattata infatti sotto il vulcano. Ne ho diverse con colori naturali magnifici! Che posto vero?

      Mi piace

  4. ciao!
    mi chiamo cri, sono stata due volte a gran canaria e me ne sono letteralmente innamorata!!
    ho tre bimbi ed un progetto ambizioso: trovare finanziamenti per aprire un centro, possibilmente a lanzarote, che accolga le donne, sia locali che viaggiatrici.un luogo dove fare cultura al femminile. dove sostenere i parti naturali, l’allattamento materno, la prevenzione ai disagi che la cultura del distacco pone tra madri e figli…e non solo!!
    un luogo dove sperimentare l’arte e l’artigianato, dove condividere come sorelle un cammino segnato dalla DEA MADRE…
    se hai modo di segnalarmi contatti o info utili te ne sarò immensamente grata!!

    un abbraccio di luce!
    cri critotti@yahoo.it

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...