La semplicità di un Carnevale in un piccolo paese

Otranto è una città strana. Unica in moltissimi sensi.
D’inverno non è inusuale incrociare il volto di un dissidente sudamericano; oppure quello di una star internazionale del rock. Premi Nobel e attori di fama. Gli idruntini non se ne stupiscono; li trattano con semplicità e li accolgono, ma come farebbero con chiunque altro…almeno fino ad un certo punto poi, e anche qui non sprecano distinzioni, trattano tutti allo stesso modo: puoi vivere ad Otranto da 40 anni, averne la residenza o esserci nato ma tu non sarai mai considerato un otrantino vero! Semplicemente perchè il cognome della tua famiglia non è nell’elenco sulla lapide che ne ricorda i Martiri. Ma questa è una divagazione, solo per delineare poco poco che popolazione è quella idruntina. Io la amo perché è particolare, quasi intoccata nelle dinamiche relazionali e familiari da secoli di modifiche sociali. E me lo ricordo quando a volte la domenica mattina anche io partecipo al rito collettivodella passeggiata in Villa. Oppure a Febbraio nel giorno del Carnevalone: un trionfo di condivisione, allegria, voglia di stare insieme tanto sincera (‘che lo vedi chiaramente negli sguardi di tutti) quanto inusuale per questa gente, solitamente silenziosa e schiva. Accade con una semplicità che mi commuove. La stessa semplicità con cui preparano i loro carri…trattori in realtà e trenini (mutuati dal trasporto estivo in spiaggia dei turisti) nonché api e lambrette!
Segue reportage fotografico

Le tanto gradite brasiliane
DSCF8295
Il Faro delle Suore
DSCF8300

DSCF8307DSCF8310DSCF8318DSCF8320
Intermezzo
DSCF8324
DSCF8337DSCF8341DSCF8349

Le sirene stupite….

Annunci

8 pensieri su “La semplicità di un Carnevale in un piccolo paese

  1. Ciao Bella,
    ho ricevuto un commento ad un mio post, ma è per te..
    ti incollo qui il tutto
    baci Aury

    sergio screti (Visitor)
    http://screti.sergio@alice.it
    Tuesday, Feb. 24, 2009 @ 21:14:10
    ciao ti domanderai k sno scrivo da novara , ebbene si sono tuo cugino sergio!!cercando gli Screti nel mondo ho trovato il tuo sito.sono tanti anni k nn ti vedo,spero k tutto vadi bene e mi ha fatto piacere vdere la tua foto.Tanti saluti Sergio

    Mi piace

  2. Ciao Antonella ,da un po’ di tempo che non ci sentiamo piu’ ,con il tuo nido hai finito .Mi manca non vederti.In questi giorni di carnevale siamo stati impegnati a scuola,non sai il da fare che c’era ,tante mamme intente a fare modelli,tagliare,cucire,i vestiti erano inerenti all’argomento trattato a scuola (gli uomini primitivi)per le terze,(gli egiziani e la raccolta differenziata )per le quarte,(la marcia dei pingiuni )per le quinte,eccc.La preside era entusiasta dei via vai che c’era a scuola,la maestra Marra la incontravo ogni giorno,.Adesso che tutto e’ finito mi posso rilassare un po’ ,mi sto dedicando al mio (libro,diario )che ho iniziato a scrivere.Man mano che scrivo ,mi rendo conto che i giorni passano e la mia voglia di comunicare aumenta.Un forte abbraccio Claudia.

    Mi piace

  3. Nel senso che ,buongiorno .
    Nel senso che ti fermi a pensare cosa hai fatto nella tua vita ,cosa non hai fatto ,come sei stato a scuola ,quando la prima volta,quando ti sei inamorata,tutti i problemi,eccc.
    Ecco in che senso ,il bello che nel pensare ,nel ricordare,nel ritrovarsi,come si era in alcuni momenti mi sono persa perche’ mi riconosco piu’.
    Un bacio Claudia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...