Il fluire continuo di vite piene.

Le mie piccole tribù. So di essere fortunata. Le ho anche meritate: medaglie sul campo. Schiettezza e impegno a sospendere i giudizi anzitutto. Non è semplice osservare e contattare l’altro da noi tenendo sempre ben presente che è esattamente come noi: un portatore di bisogni, di certezze più o meno illusorie, di aggressività e di urla d’amore. Ricordarselo è una bella sfida tra sé e sé; impegno silenzioso di evoluzione complessiva.
fiorichecurano
C’erano otto belle donne ad accogliermi attorno a un tavolo, ieri sera, in un posto dove fra pochi giorni tutta la collina sarà illuminata dalle luci di un presepe tanto vivente da odorare di paglia, pasta fatta in casa, legno lavorato, candele e pittule.
Sorrisi semplici soddisfano il viaggio.
Ci sono doni.
libellula vola alto
La presenza stessa di chi ha lasciato eccezionalmente figli e mariti per esserci, è già il dono, per le donne di questa comunità. Neanche a parlarne di contribuire al conto del locale. L’accoglienza si manifesta anche con questo imperio!
natale
Si entra nelle foto di figli sereni (che non conoscono altre realtà familiari; loro non lo sanno che vivono in paradiso). Nelle scritture di chi ha scoperto che conoscersi non è solo scomodo; ci si può sedere su tappeti intimi e volare, se la testa si fida delle parole magiche. Incrocio sguardi di chi con rispetto e pudore, forse, chiede: se avrò bisogno Lei ci sarà ancora sì?
Mi è stato chiesto: quando il prossimo corso? Lei ci ha fatto socchiudere una porta, adesso vogliamo entrare nelle stanze di questa casa misteriosa
stelle
che è ciò che noi siamo e non sappiamo di essere.
stellinasalento
Dimostrazione concreta e netta di fiducia che mi fa sentire molto caldo all’altezza del cuore.
Un amico la notte prima ha vibrato con la sua chitarra; note per pochi hanno accompagnato il dichiarato intento di conquistarsi la stessa confidenza con lo strumento parola. Umiltà gioiello.
claudio
Stesso calore. Un Fiore assolveva al compito della favole meditazione.
Vi' e le favole
Da Tricase a Martignano poi, per accogliere l’invito di chi si era rifugiato in un angolo di un locale mooolto rustico per fare in santa pace prove di suono e di canto. Ci sono locali in cui per grazia di Dio non sembra neanche sabato sera. Lu tarlociaru m’aspettava per ritrovarci con una pizzica di quelle nostre. I codici possono cambiare molto a seconda di chi t’invita.
Mi porto a casa l’accoglienza dolce di questa piccola tribù e continuo a tenermela addosso
dolcearte
perché come un appuntamento prestabilito, che non è, un’altra persona per me importante mi attende su skipe. Condivisioni empatiche come su un telefono senza fili.
pietreantichefili
Mentre navigo osservando premurosa l’immersione di chi si prepara a cavalcare un’orca, so di una donna che sogna di essere un giaguaro.
dabereinsieme
Tisana al limone carezza confidenze.
Un naturale istinto di sopravvivenza mi fa scegliere di spegnere il cellulare poco prima dell’alba; me lo sentivo che un altro essere, inquieto e dolce, m’avrebbe di nuovo cercata in un momento in cui la notte stessa fa fatica a reggere l’inizio di un nuovo giorno. A volte è indispensabile proteggersi per amarsi.
cuorediamica

Annunci

9 pensieri su “Il fluire continuo di vite piene.

  1. Ciao Antonella sono felice che la serata ti sia piaciuta,e’ stato bello rivedersi dopo tanti mesi.Non puoi immaginare quando sono tornata a casa mi aspettavno tutti alzati ,il piccolo quando mi ha vista entrare dalla porta mi e’ corso contro abbracciandomi forte ,forte.Sono stata felice di conoscere anche Vittoria mi e’ parsa una ragazza alla mano .Un grande abbraccio Claudia.

    Mi piace

  2. Il ritmo soave del vento che da sud pervade il cuore ed immortala i momenti di sazietà dell’anima.
    Il ritmo di un giorno che scompare con la gioia nel cuore di chi ha amato tutto l’universo sapendo di essere stato amato perchè essere universale.
    Il ritmo di una vita che non muore sapendo di dover morire ma felice di aver vissuto perchè, non l’aver amato, non l’aver vissuto, ma solo l’amare ed il conoscere contano.
    Grazie, Antonella.
    carlo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...