Sabbie confuse di fango e d’oro

“Avalon sarà sempre accessibile per chi saprà trovare la strada: ma se l’umanità non vi riesce, allora forse questo è il segno che non è pronta”. Ritrovare l’antico senso. Il filo perso delle linee di forza. Finché si sceglie di restare. Per molto tempo stivali di tetro piombo si impongono al posto delle chiare ali. Paradossi d’instabilità consapevole. Quanto più si è nell’urlo tanto più il silenzio è ovattato. Con piedi lievi sfioro attraversandole sabbie mobili dal colore di fango scuro. Annunci Continua a leggere Sabbie confuse di fango e d’oro

Avalon e altre mappe

“Avalon sarà sempre accessibile per chi saprà trovare la strada: ma se l’umanità non vi riesce, allora forse questo è il segno che non è pronta”. Ritrovare l’antico senso. Il filo perso delle linee di forza. Finché si sceglie di restare. Per molto tempo stivali di tetro piombo si impongono al posto delle chiare ali. Paradossi d’instabilità consapevole. Quanto più si è nell’urlo tanto più il silenzio è ovattato. Con piedi lievi sfioro attraversandole sabbie mobili dal colore di fango scuro. Continua a leggere Avalon e altre mappe

Turbinano venti di sale filato

Immagino il sale grosso, quello marino, dal gusto deciso, che si lascia filare come zucchero.In superficie è dolce come pianta di terra grassa e sana.Subito sotto la prima pelle è aspro di onde dello ionio che sbattono testarde sugli scogli bassi, quelli frastagliatissimi.Io sono.Io, ci sono.In qualche modo. Il cuore ha di nuovo cambiato forma e densità. La mente sta assumendo nuove architetture.Attraversamenti. Certe porte all’improvviso hanno preteso una nuova tinteggiatura.Ma era indispensabile sgrattarle prima.Affanno. Non ho strappato il tulle dal velluto.Un frammento –ennesimo- di stella vi è precipitato sopra. Continua a leggere Turbinano venti di sale filato

E’ una questione di madrinati

Domenica per le strade circolava un vento pulito di tramontana. In una casa, attorno a un tavolo da pranzo fiori di ogni età. Un supersucculento pranzo vegetariano per la festa di battesimo: nasceva un nuovo blog.Pasta fasta in casa con sugo di pomodoro (pure fatto in casa) e ricotta “scante”; soufflè di funghi; pittule; melanzane fritte con menta; insalata di rucola, cocomero e olive. Pesche, uva e noci, prima della crostata (pure questa preparata dalla padrona di casa nonché del nascendo nuovo blog!). Vino rosso di uve negroamaro, il filo conduttore… diciamo conduttore…Abbiamo prima banchettato e poi creato il new … Continua a leggere E’ una questione di madrinati