Transe, ancora. Sempre.

……  in modo viscerale quello straziante bisogno di vivere.
Il dolore nella pancia che diventa eros nel cuore;
il pianto antico… antico…
perso, nella memoria che diventa urlo! Acuto
come voce di serpente che vince una lotta,
che onora dio.
Chi avrà il coraggio di volare nelle ronde con me
madre
mentre i piedi godono del senso della terra?


Annunci

20 pensieri su “Transe, ancora. Sempre.

  1. mentre ti leggo, sento le campane…
    Sarà un caso?
    Campane vere, cmq, a prescindere dal fatto che siano di una chiesa cattolica.
    tu invochi dio e delle campane ti rispondono.
    Che ti stiano dicendo: “chiedi e ti sarà dato”?

    A volte questa sfacciataggine funziona
    A stasera,
    besos

    Mi piace

      1. Sfacciataggine anche se smussato da “timida” NON è la parola giusta 🙂
        qui le campane risuonano…
        il posto lo conosco…come lo strazio della vita che circola lì vicino…e non è bbbbello!
        bazi

        Mi piace

      1. cara Luisa, come se ci fosse, in modo ovviamente non logico, una connessione tra me, te, Pat e….venerdì! 🙂
        perché venerdì parto: vado a portare la pizzica a Pat! 🙂

        Me se venerdì prossimo pensi di poter/voler venire mi tengo il pomeriggio libero! Ti va?

        Mi piace

      1. No giusto, mi permetta di contraddirla.

        Lei aveva abbastanza transepizzica a suo modo, perchè ci scrisse sopra piangendo e ululando una commedia comica strabiliante (e lì la transe occorre) e trasformò così il suo atroce dolor; e non “usando strategie” poi, pure lo reincontrò
        e l’amore trionfo’

        Mi piace

      2. si.
        sai che, quando un’emozione mi entra troppo dentro, a volte me ne difendo cercando di… smontarla…
        Parei rosso e arancio sbattuti sugli occhi! Di me.
        Ma, ne comprendo il senso sentito… 🙂
        ergo: gioca, scrivi, ironizza, danza, ecc ecc purché si scompaia a se stessi; si dissolva, per inutilità, la “propria” mente duale.
        Sto facendo i compiti. Arrivano le pagelle.
        Oggi tre contatti contemporanei e differenti, dalla matrice univoca. Ti dirò.
        Ciao cara. A prestissimo!

        Mi piace

      3. beh, no, diciamo che non avevi visto il film, come facevi a comprendere?
        e poi:
        sulla teoria ci sto lavorando, ma cavalcare il drago argh difficile difficile

        (gh)

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...